Come continuare a vedere i miei post su Facebook

Zuckerberg

Quello che i commentatori non capiscono della nuova politica di Facebook

 

In questi giorni tutti i giornali parlano della nuova politica di Facebook per il 2018. Le politiche di Facebook sono rilevanti per professionisti (come me) e imprese che ricorrono a Facebook per pubblicizzare le proprie attività e iniziative.

 

Nel 2000, quando ho acquistato il mio primo dominio orientamento.it, Facebook in Italia aveva un ruolo marginale, e l’unico strumento per farsi conoscere in rete erano i motori di ricerca. All’epoca Google non era ancora predominante, perciò siti e contenuti andavano segnalati, per l’indicizzazione, a vari motori di ricerca.

 

Oggi, quasi 20 anni dopo, per crearsi un proprio pubblico è necessario utilizzare Google e Facebook. Questi due ecosistemi sono diventati entrambi molto affolati, perciò farsi conoscere a costo zero è diventato molto più difficile. Oggi per farsi conoscere in tempi rapidi è necessario pagare pubblicità su Google e Facebook.

 

Su Facebook esistono due tipi di pagine: le pagine personali e le pagine relative a gruppi. Le pagine relative a gruppi possono devono essere utilizzate per creare gruppi di interesse relativi a temi vari (ad esempi sport d’acqua, la storia delle crociate, etc.) e per pubblicizzare imprese o prodotti.

 

La persona fisica con un proprio profilo Facebook vede scorrere sulla propria pagina Facebook i post pubblicati dai propri amici, i post pubblicati sulle pagine a cui è iscritto e i post sponsorizzati, cioè quelli pubblicitari che vengono pubblicati a pagamento. Poiché gli utenti di Facebook sono alcuni miliardi, è diventato impossibile pubblicare nella gran parte dei profili personali tutti i post degli amici, delle pagine a cui si è iscritti e i post a pagamento. Ovviamente fra le tre categorie quella meno significativa per Facebook è quella dei post delle pagine pubblicati gratuitamente.

 

Zuckerberg pochi giorni fa ha dichiarato che d’ora in poi i post pubblicati dai propri amici avranno la precedenza rispetto ai post gratuiti pubblicati nelle  pagine a cui si è iscritti. Molti giornalisti e esperti hanno commentato avallando l’affermazione di  Zuckenberg che in questo modo Facebook promuoverà maggiormente le relazioni amicali.

 

In realtà la nuova politica di Facebook comporta semplicemente che si riducono o scompaiono nei profili personali i post gratuiti pubblicati nelle pagine, che saranno sostituiti da post sponsorizzati. Per questo motivo che chi usa Facebook per pubblicizzare la propria attività dovrà d’ora in poi rassegnarsi a pagare, altrimenti i propri post non saranno visibili.

 

Nell’immediato è probabile che il costo della pubblicità diminuisca, perché il costo della pubblicità dipende dallo spazio disponibile su Facebook, che grazie alla nuova politica è destinato ad aumentare. La riduzione però sarà solo temporanea. Poiché la pubblicità su Facebook continua ad aumentare, in breve tempo gli spazi disponibili saranno di nuovo saturi e così il costo della pubblicità aumentarà di nuovo.

 

In che modo e’ possibile continuare a vedere i post della mia pagina

 

Se vuoi continuare a vedere sulla tua pagina Facebook tutti i post della mia pagina Facebook Psicologo Sessuologo Online, devi cliccare su PAGINA SEGUITA nel menù sotto la foto grande della mia pagina e poi selezionare MOSTRA PER PRIMA. Solo in questo modo potrai continuare a vedere tutti i miei post. Se non selezioni MOSTRA PER PRIMA vedrai i miei post solo occasionalmente o addirittura per niente.

pagina Facebook

 

Lo stesso se vuoi continuare a seguire l’altra mia pagina Slox Sex Italia

pagina Facebook 2

 

Inoltre vedrai un numero mmaggiore dei miei post se li condividi e metti ‘mi piace’.

 

Autore © Leonardo Evangelista. L’articolo rispecchia le opinioni dell’autore al momento dell’ultima modifica. Vedi le indicazioni relative a Informativa Privacy, cookie policy e Copyright.

 

Per essere informata/o quando saranno pubblicati nuovi articoli iscriviti alla mia mailing list.