Un Manifesto per la diffusione dell’intimità

intimità

 

Da quanto tempo non abbracci qualcuno, parli di te, ti senti vicino a un’altra persona, fai bene l’amore? Intimità significa condivisione ed ha due dimensioni: una fisica e una verbale. L’idea alla base di questo Manifesto è che in giro c’è troppo poca intimità, e che un mondo con più intimità sarebbe un mondo migliore.

Alcune regole di base per la diffusione dell’intimità:

1. se ti piace qualcuno, se desideri approfondire l’intimità con qualcuno, diglielo, proponigli dei momenti assieme. Può darsi che lui/lei pensi lo stesso, ma se nessuno dice niente non succede niente. Sii grato/a e ringrazia anche per dichiarazioni di interesse e proposte di intimità da persone con cui non vuoi approfondire e impara a non rimanerci male se il tuo interesse non è corrisposto.

2. esistono vari livelli di intimità ed è possibile condividere/scegliere anche livelli di intimità intermedi. Anche se sei un adulto, quando cerchi intimità con qualcuno non vuol dire necessariamente che stai cercando un rapporto sessuale, o che lo stai cercando in quel momento. Con qualcuno a cui sei interessato ti puoi anche solo abbracciare, massaggiare, passeggiare, raccontare. Impara a dichiarare e contrattare attivamente i livelli di intimità che desideri. Con partner occasionali non mescolare fluidi corporei.

3. impara/esercitati a parlare di te e all’ascolto degli altri. Con le persone che ti sono attorno crea un clima comunicativo aperto alla condivisione; valuta al massimo la sincerità, anche quando le cose che ascolti non ti fanno piacere.

4. prima di condividere qualcosa, chiediti quale sarà l’impatto di quello che vorresti dire; prima di condividere chiedi il permesso. Riconosci quando non è opportuno condividere qualcosa.

5. non focalizzare il tuo bisogno di intimità su una persona sola, non sviluppare dipendenza dalle persone con cui sei in intimità. Lega l’intimità al senso di vicinanza, ma non necessariamente alla dipendenza.

6. pratica l’intimità tutti i giorni, nelle dimensioni che preferisci.

7. cerca e frequenta persone che condividono il tuo desiderio di intimità.

8. diffondi questo Manifesto segnalando o lincando questa pagina.

 

Sei interessata/o a questo tema? Per essere informata/o quando saranno pubblicati nuovi articoli puoi inserire la tua mail nello spazio in fondo alla pagina.

Autore © Leonardo Evangelista 2004-2019. L’articolo rispecchia le opinioni dell’autore al momento dell’ultima modifica. Vedi le indicazioni relative a Informativa Privacy, cookie policy e Copyright. Per contatti puoi utilizzare il modulo qui sotto.

 

A Manifesto to Promote Intimacy

intimità

 

How long is it since you had good/satisfying sex, hugged someone, talked about yourself to someone, felt close to someone? Intimacy means sharing and has two dimensions: physical and verbal. The idea behind this manifesto is to promote intimacy: there is too little intimacy around, and a more ‘intimate’ world would be a better world.

 

Possible ways of promoting intimacy, including some basic rules:

 

1.If you like someone and would like to get to know them more intimately, tell them; suggest spending some time together. Maybe they feel the same way, but if neither says anything, nothing will happen. Be appreciative of any expressions of interest and proposals of intimacy you receive, even from those with whom you may not wish to form a more intimate relationship. Also, learn not to be embarrassed or feel hurt if your interest in someone is not reciprocated.

 

2. There are various degrees of intimacy. If you wish to become more intimate with someone and tell them that you like them, it doesn’t necessarily mean that you want to have sex with them immediately or even in the future. You might just want to caress them, massage them, or even just go for a walk with them or talk to them. Try to discuss and actively negotiate the degree of intimacy you would like from a relationship. With occasional partners avoid mixing body fluids.

 

3. Learn to talk about yourself and to listen to others talking about themselves. With those around you, create a communicative atmosphere open to intimacy. Value sincerity highly, even when you don’t like what you hear.

 

4. Before sharing, figure out what the impact of what you want to say will be, and first ask for permission to share. Recognize when sharing is not appropriate.

 

5. Don’t focus your desire for intimacy on a single person and don’t become dependent on those with whom you form an intimate relationship. Associate intimacy with being close to someone, and not necessarily being dependent by  them.

 

6. Practice intimacy every day, in whichever form you prefer.

 

7. Actively seek out and mix with those who share your desire for intimacy.

 

8. Spread this Manifesto by signalling or linking this page at https://sessualitafelice.it/manifesto-intimacy/

 

Author © 2004 Leonardo Evangelista.  Reproduction of this material is allowed on condition the author’s name is quoted and reference made to this page. L’articolo rispecchia le opinioni dell’autore al momento dell’ultima modifica. Vedi le indicazioni relative a Informativa Privacy, cookie policy e Copyright. Per contatti puoi utilizzare il modulo qui sotto.

 

Piaceri di coppia: programmare momenti di intimità settimanali

coppia in intimità

Poiché siamo una coppia, ed abitiamo assieme, diamo per scontato che il rapporto proseguirà (ed eventualmente migliorerà) senza problemi. Così smettiamo di preoccuparcene e l’intimità di coppia ne soffre.

 

Purtroppo la vita adulta comporta tanti impegni: lavorare, pulire la casa, lavare e stirare, fare la spesa, l’educazione e i compiti dei figli, vedere i parenti, seguire  interessi e hobby individuali, uscire con gli amici, andare dal medico, fare la fila alla posta o dal commercialista, etc. I nostri impegni finiscono facilmente per riempire tutto il tempo disponibile. Molte coppie si trovano finalmente da sole e liberi da impegni solo la sera quando vanno a dormire, ma a quel punto è tardi e spesso marito e moglie sono troppo stanchi per vivere momenti significativi di intimità di coppia.

 

I rapporti di coppia durano e sono soddisfacenti se c’è intimità, cioè connessione fisica ed emotiva fra i partner. Se non c’è intimità di coppia, i partner rischiano di scoprirsi estranei. Eppure all’intimità di coppia spesso viene lasciato uno spazio residuale. Molte coppie immaginano che i bei momenti assieme semplicemente ‘accadano’, ma in giornate piene di impegni le cose accadono solo se si è riservato per loro un momento preciso, libero da altre cose distraenti, dove i bei momenti di coppia possano accadere. Siamo abituati a programmare tutte le cose importanti (e anche quelle poco importanti: andare in palestra, andare dalla parrucchiera o dal barbiere), perché per l’intimità di coppia dovrebbe essere diverso?

 

Il mio suggerimento è di programmare col partner, tutte le settimane, 1 o 2 momenti da dedicare all’intimità di coppia. Devono essere momenti della durata di almeno mezz’ora che vi permettano di stare da soli e vicini, in intimità di coppia fisica o emotiva, senza distrazioni.

 

Può trattarsi ad esempio di programmare momenti della giornata dove, a seconda delle vostre preferenze, potete fare l’amore, stare abbracciati e baciarvi svestiti, massaggiarvi, carezzarvi, masturbarvi, fare un bagno assieme lavandovi a vicenda, andare alle terme (intimità fisica). Oppure momenti di intimità emotiva, come ad esempio fare qualcosa assieme in silenzio, parlare delle vostre emozioni dei giorni precedenti, parlare di un tema o di un cambiamento significativo che vorreste realizzare.

 

Se programmate di fare l’amore e poi quando finalmente arriva il momento vi rendete conto che non ne avete voglia potete semplicemente passare a un’altra attività di tipo fisico meno impegnativa (carezzarsi o massaggiarsi). E ugualmente potete fare l’amore se mentre fate altre attività di tipo fisico vi viene voglia. Qualcuno potrà obiettare all’idea di programmare rapporti sessuali, ma i rapporti sessuali sono programmati anche quando due partner che abitano in luoghi diversi  semplicemente ‘stanno assieme’ e programmano le loro uscite serali o festive. In ogni caso, se l’idea non vi piace, potete programmare anche attività di intimità di altro tipo. Per altre persone invece pensare in anticipo a momenti di intimità fisica può essere molto eccitante.

 

Potete iniziare la programmazione dei momenti di intimità di coppia semplicemente raccontandovi cosa vi piacerebbe fare assieme la settimana successiva, e, fra tutte le cose emerse, scegliere quelle che piacciono di più a entrambi. Poi, per proseguire, il secondo incontro della settimana è il momento migliore per programmare le attività della settimana successiva.

 

Autore © Leonardo Evangelista. L’articolo rispecchia le opinioni dell’autore al momento dell’ultima modifica. Vedi le indicazioni relative a Informativa Privacy, cookie policy e Copyright.

 

Sei interessata/o a questo tema? Per essere informata/o quando saranno pubblicati nuovi articoli puoi inserire la tua mail nello spazio in fondo alla pagina.

 

 

 

 

Vedi gli altri articoli dedicati all’intimità di coppia:

 

 

Questo articolo parla di intimità, intimità di coppia, intimità fisica, intimità emotiva, migliroamento dell’intimità di coppia, consulenza a distanza, consulenza online, psicologia, sessuologia.

Piaceri di coppia: carezzare il partner prima di addormentarsi

L’intimità è la sensazione di sentirsi vicini a qualcuno, a livello mentale, emotivo e fisico. Una buona intimità di coppia dipende (anche) da piccole cose. Lo sviluppo e il mantenimento dell’intimità possono essere ‘aiutati’ con esercizi semplici ma efficaci come questo.

 

Lo scopo di questo esercizio è aiutare il tuo partner a prendere sonno attraverso delle carezze leggere e rilassanti, e migliorare in questo modo il vostro senso di intimità.

 

Stasera, quando vai a dormire con il tuo partner, mettetevi vicini: passa la tua mano dietro le sue spalle, e poi fallo ruotare di fianco e appoggiare il suo petto contro il tuo. Rispetto alla foto in alto, nella posizione che ti consiglio la testa del partner appoggiato (nella foto la testa della donna) deve essere appoggiata sul cuscino e non sulla spalla dell’uomo.

 

Mentre state così abbracciati e parlate del più e del meno (di solito la sera quando si va a dormire si raccontano o si commentano pensieri o episodi della giornata), concentrati sul calore e la pesantezza del suo corpo.

 

Quando avete smesso di parlare, e siete pronti per dormire, chiedi al tuo partner se puoi carezzarlo un po’ per farlo rilassare e addormentare. Questa richiesta è importante perché altrimenti, se non avete mai usato prima questo rituale, il tuo partner penserà che hai voglia di fare l’amore.

 

Se il tuo partner ha detto che è d’accordo, metti la mano sotto il pigiama, all’altezza della spalla, e comincia a carezzarlo un po’.  Se hai  la mano fredda all’inizio tienila ferma in modo che possa scaldarsi. Poi lentamente carezzagli la spalla e la parte alta del braccio rivolti verso di te, il petto (se è una donna, evita i seni), e la parte alta della pancia.  

 

Concentrati sul calore e la consistenza della sua pelle, sul suo respiro, e sulla tua stanchezza e voglia di dormire di fine giornata, in modo da rilassarti anche tu. Prova a sintonizzare il tuo respiro col suo.

 

Rallenta naturalmente la respirazione e i movimenti finché non cominci a dormire.

 

Se il tuo partner è ‘allergico’ al contatto fisico, oppure pensi che si ecciterà se lo carezzi sulla pelle o, infine, se la tua mano è molto fredda, puoi fare l’esercizio tenendo la mano sopra il pigiama.

 

Domani sera, ripetete l’esercizio invertendo i ruoli.

 

Vi consiglio di seguire questa routine tutte le sere, a tempo indefinito.

 

Autore © Leonardo Evangelista. L’articolo rispecchia le opinioni dell’autore al momento dell’ultima modifica. Vedi le indicazioni relative a Informativa Privacy, cookie policy e Copyright.

 

Sei interessata/o a questo tema? Per essere informata/o quando saranno pubblicati nuovi articoli iscriviti alla mia mailing list. [caldera_form_modal id=”CF5a525fe8c8856″ type=”button”]Iscriviti gratis [/caldera_form_modal]

 

 

 

 

Questo articolo è collegato a vari termini quali ad esempio intimità, intimità di coppia, esercizi per sviluppare l’intimità, definizione di intimità, erotismo di coppia, comunicazione di coppia, relazioni di coppia, sesso lento, slow sex.